La scatola nera: funzionamento e vantaggi per l’assicurato

Fonte: Plus UnipolSai

Si può chiamare all’italiana, scatola nera, oppure in inglese, black box. La sostanza non cambia: è un amico fidato che ti accompagna quando guidi la tua auto, pronto ad intervenire in caso di necessità. Questo dispositivo elettronico, infatti, è in grado di offrire a chi lo sceglie una serie di servizi davvero utili che presuppongono la raccolta di informazioni sull’utilizzo e sulla posizione di un veicolo.
L’elaborazione di tali dati consente di ricostruire in modo oggettivo la dinamica di un incidente e di rilevare o escludere le responsabilità di chi è alla guida del mezzo che ne è equipaggiato. Dal punto di vista tecnico, i componenti base sono:

  • un modulo GSM per la trasmissione delle informazioni alla centrale operativa;
  • un modulo GPS per garantire l’esatta geolocalizzazione;
  • un accelerometro per il rilevamento delle sollecitazioni sul veicolo;
  • un microprocessore con memoria fisica per l’elaborazione dei dati.

La rilettura dei dati consente di accertare l’effettiva dinamica di quanto è successo, negli istanti che hanno preceduto e sono seguiti all’impatto, anche in assenza di testimoni. La scatola nera è sempre attiva e può essere interrogata dalla centrale operativa su richiesta del Cliente (in caso di furto), ma anche dall’utente stesso tramite la propria App.

Posizionare la scatola nera: meglio affidarsi a un professionista

Gli ingombri di una scatola nera sono decisamente ridotti: corrispondono più o meno alle dimensioni di uno smartphone e sono dotati tutti di un sistema di geolocalizzazione. I modelli più evoluti hanno anche l’importante funzione di antifurto, ma possono essere montati solo dalla rete di installatori professionisti in una parte del veicolo nascosta.

Sicurezza e risparmio nel rispetto delle regole

Una volta attivata, la scatola nera agisce come localizzatore del veicolo grazie al GPS integrato che permette di comunicare la posizione dell’auto. Ma il vantaggio più concreto per l’automobilista è certamente rappresentato dal soccorso immediato che, in caso di incidente, si attiva in modo automatico, un servizio prezioso per affrontare serenamente i propri viaggi e sentirsi più sicuri per quelli dei propri cari. Da non sottovalutare, poi, anche gli aspetti economici: chi installa la scatola nera può ottenere vantaggi che vanno dagli sconti sulla garanzia RCA a quelli sulle garanzie accessorie.

Un patto di reciproca fiducia

Perché la scatola nera sia uno strumento efficace e utile, naturalmente, è importante utilizzarla nel modo più corretto:

  • ogni manomissione o alterazione è una rinuncia alla propria sicurezza, ai servizi disponibili e ai benefici economici.
  • Le conseguenze che possono derivare all’assicurato da un impiego fraudolento della scatola nera sono previste dalla legge n. 124 del 4 agosto 2017, “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”, il provvedimento che ha previsto novità in tema di assicurazioni, mercato dell’energia, liberi professionisti, poste e banche, gestione di alberghi e farmacie. Tale legge, che ha introdotto il nuovo art.145-bis del Codice delle Assicurazioni Private, vieta all’assicurato di disinstallare, manomettere o comunque rendere non funzionante il dispositivo prevedendo, in caso di violazione, la mancata applicazione della riduzione del premio per la durata residua del contratto e la restituzione dell’importo corrispondente alla riduzione di cui il cliente abbia già goduto.

Un testimone attendibile e imparziale

I dati registrati e scaricabili da una scatola nera possono essere impiegati per scopi che vanno oltre la semplice determinazione della responsabilità in caso di incidente, poiché il dispositivo può rappresentare una protezione dalle frodi e da sanzioni per presunte infrazioni al Codice della Strada. I dati registrati possono essere utilizzati come prova per dimostrare l’estraneità ai fatti. Una scatola nera correttamente installata permette di avere sempre al proprio fianco un testimone attendibile e oggettivo. Quelle che un tempo erano tecnologie da fantascienza, oggi sono realtà: la scelta di installare un dispositivo così efficace a bordo di un veicolo (a due, quattro o più ruote) rappresenta un’ulteriore garanzia di tranquillità per chi viaggia sulle strade nel rispetto delle regole.

Per qualsiasi ulteriore informazione invia una mail a info@unipolsairho.it facendo riferimento all’argomento che intendi approfondire.